“Come il rapimento di una melodia…

…che sorge improvvisa da un’orchestra profonda; come la rivelazione d’un verso che sveglia il suono segreto dell’anima; come il messaggio del vento che è la rapidità dell’infinito in cammino; con uno spirito senza riva, con un corpo senza forma , con gaudio che sembra terrore, io sento l’idealità del mondo.” Gabriele D’Annunzio, Notturno