Percorrevo le strade più buie che conoscevo..

dove soltanto la luce dei nostri fanali disturbava l’oscurità.
Mi rendevo conto, naturalmente, che anche altre persone usavano questo tipo di strade; quella notte, però, mi sembrò che quelle cupe scorciatoie di campagna esistessero soltanto per quelli come noi, mentre le grandi autostrade luccicanti con le enormi insegne e i bellissimi autogrill fossero destinate a tutti gli altri.

Non lasciarmi- Ishiguro Kazuo

Annunci

10 pensieri su “Percorrevo le strade più buie che conoscevo..

  1. Pare proprio che qui gli occhi non siano solo specchio dell’anima…
    Quante cose ci si riflettono dentro! 🙂
    Incredibile come la pupilla coincida perfettamente con “l’occhio” della fotocamera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...